Da Supereroe a Popstar. Essere il leader dell’azienda.

Da manager a leader, diventa la popstar della tua azienda.

Mantello da Superman e riflettori accesi da Popstar.

Partiamo da un dato. In Italia la maggior parte delle imprese sono di piccole dimensioni, “botteghe artigianali” di prodotti o servizi; dove l’imprenditore è un tuttofare, è sia il braccio che la mente.  

Ti riconosci anche tu in questa situazione?

Un’impresa per andare bene e superare le difficoltà oppure aumentare la propria produttività, deve avere un imprenditore che sappia essere leader e manager nello stesso tempo e solo qualche volta operaio/impiegato.

 

  • Da operaio/impiegato della tua impresa dovresti concentrarti a fare il capo.
  • Da manager occupato nella gestione dell’attività, dovresti iniziare a fare il leader coinvolgendo il team nella tua visione di successo.

 

Da Supereroe dovresti trasformarti in Popstar.

 

Il supereroe è il manager dell’azienda, la Popstar ne è il leader. (Leggi anche: “Basta fare il supereroe inizia a fare ‘imprenditore”).

 

Da manager a leader, da superman a popstar

Differenze tra Supereroe e Popstar.

Devi cercare di essere un leader, oltre che un bravo manager. 

Sebbene l’ideale sarebbe creare una struttura organizzativa in cui come leader vieni affiancato da manager, l’importante è che, in un’impresa, leadership e managerialità siano le facce di una stessa medaglia.

Quali sono le differenze principali tra le due figure? e perché non puoi esimerti dall’essere un leader Popstar?

 

  • Il Supereroe ha assistenti, la Popstar ha dei seguaci.
  • Il Supereroe agisce o reagisce ad un evento, la Popstar lo crea.
  • Il Supereroe ha i poteri, la Popstar ha il successo.

 

Il Supereroe ha assistenti, la Popstar ha dei seguaci.

Il supereroe e il manager.

Tra gli assistenti dei supereroi il più famoso è quello di Batman, Robin. Questo ha sempre svolto i compiti che gli sono stati assegnati ed è sempre rimasto nell’ombra, nel dietro le quinte del successo. 

Un po’ come i manager che si occupano della gestione amministrativa e quotidiana dell’azienda, e per farlo hanno dei subordinati ai quali affidano dei compiti. 

Il raggiungimento degli obiettivi è prerogativa del manager, e di come organizza il lavoro dei dipendenti, il cui talento spesso non è valorizzato. I lavoratori eseguono semplicemente gli ordini.

lo stile del manager è autoritario.

 

La Popstar e il Leader.

Anche la Popstar, con tutto il suo talento e carisma, per avere successo ha bisogno di una squadra vincente. 

Ha bisogno della sua band, di un manager, di una casa discografica, di un team che gli organizzi i concerti, di un sistema di vendita dei biglietti, di chi gli cura l’immagine e chi le strategie di marketing. 

Dietro al talento c’è un business ed una macchina organizzativa pazzesca. 

Un concerto di Lady Gaga non sarebbe lo stesso senza musicisti, ballerini, effetti speciali e tutto il dietro le quinte di eccellenza. 

E’ vero che è lei la stella, e che i suoi fan si affollano per vederla, ma l’obiettivo di tutta la squadra è comune: stupire il pubblico della star che diventa anche il loro.  

Gli artisti insieme a lei sul palco, così come i tecnici fuori dal palco, e in generale tutti gli organizzatori, sono carichi e motivati tutti allo stesso modo; vogliono emozionare la platea, trasmettere energia ed entusiasmo, e così gli applausi della gente sono per tutti  e non solo per la cantante.

Questo è un concetto chiave per capire l’importanza di essere un imprenditore leader.

Negli stadi affollati di gente in delirio, tutta la squadra si sente parte attiva e fondamentale di quell’entusiasmo. 

Ma il progetto parte tutto dalla star, dal suo modo di comunicare empaticamente, dal suo linguaggio musicale, dalle sue scelte vincenti, dalle sue idee accattivanti. 

Tutti i suoi collaboratori vengono travolti da questa forza carismatica, si agganciano a questa visione e ne diventano parte.

Il leader ha anche lui dei seguaci che credono nei suoi valori e nelle sue idee, e che si sentono motivati ed ispirati dalle sue innovazioni; si sentono parte di una squadra in cui ognuno attraverso il suo prezioso contributo aiuta a raggiungere i risultati. 

Lo stile dei leader è motivazionale.

 

La popstar è come il leader perché crea, il supereroe è come il manager perché agisce

 

Il Supereroe agisce o reagisce ad un evento, la Popstar lo crea.

Il super eroe reagisce al problema, ad un evento negativo, e interviene tempestivamente. Così come il manager è dotato di problem solving e reagisce ad una crisi o ad un cambiamento. Affrontano le cose con un atteggiamento forte, decisionale e risolutivo.

La Popstar non solo partecipa all’evento, ma lo crea. Apporta continuamente idee e creatività, va oltre quello che c’è e che c’è stato. E’ il futuro. Così come il leader non si adegua ma crea il cambiamento, con le sue idee rivoluzionarie ed innovative.

Basti pensare a Steve Jobs, leader per antonomasia, che ha creato la filosofia del “Think different”.

Il leader crea e il manager esegue.

 

Il Supereroe ha i poteri, la Popstar ha il successo. 

Così come il manager ha la laurea e l’imprenditore ha l’azienda.

Il supereroe e il manager, hanno dei poteri e delle competenze che mettono a disposizione rispettivamente della comunità e dell’azienda; sono operativi, agiscono, fanno, compiono azioni per raggiungere gli obiettivi.

La Popstar e il leader hanno invece successo, non solo perché hanno un talento, ma perché sono dei visionari che creano il progetto, creano l’obiettivo stesso e sono capaci di coinvolgere tutti nel loro sistema, nella loro filosofia, dal collaboratore all’utente. La forza della loro innovazione diventa universale. 

Il manager trascina l’azienda, tira avanti il carro, il leader la fa volare, lancia il razzo.

 

Leadership e management devono essere complementari.

 

I dirigenti devono organizzare e pianificare al meglio il lavoro dei dipendenti, ma anche motivarli e ispirarli così da mettere in luce le loro capacità. 

Un imprenditore vincente ci deve mettere testa e cuore, e talvolta le braccia.

Quindi bisogna essere una Popstar che ogni tanto si sporca le mani e agisce da Supereroe

Un’impresa deve essere gestita bene, ma per avere successo ed emergere rispetto alla concorrenza deve essere guidata da un leader. 

Il leader fa la differenza, così come la Popstar fa il tutto esaurito ai botteghini.

Se hai bisogno di essere affiancato in questa trasformazione, noi di Mama Industry possiamo aiutarti. 

Articoli Correlati

Vuoi innovare la tua azienda?

Investiamo molto tempo nel parlare
senza impegno con chi vuole conoscerci

Liquidità per emergenza Covid

Fondo Rotativo per il Piccolo Credito
Finanziamenti per la liquidità delle MPMI
Asse 3 Competività – Azione 3.6.1

Contattaci