“Essere o non essere” sui social? Scopri il più adatto alla tua impresa.

qual è il socila più adatto alla tua impresa'

Perchè essere presenti sui social è così importante?

Come sostiene uno dei guru del marketing moderno Philip Kotler, se non sei presente nel mondo digitale non esisti.

Perchè?

Stiamo diventando sempre più digitali, e il covid ha accelerato questo processo di digitalizzazione. 

Prima di acquistare un prodotto o servizio ci informiamo su internet, facciamo le nostre ricerche, spesso direttamente dallo smartphone. 

Essere presenti in tempo reale, nel momento in cui l’utente fa la ricerca, è fondamentale per non essere esclusi dal mercato. 

In questo nuovo contesto, le imprese devono avere:

  • una precisa identità digitale, un sito web che li rappresenti, che comunichi il proprio valore aggiunto o elemento differenziante. (Leggi anche: “Il sito web  per le PMI è inutile  se non comunica. 6 step per farlo bene”);
  • una web reputation costruita attraverso i social network. Una reputazione on-line, digitale, l’immagine dell’azienda che traspare dai social; una raccolta di informazioni che riguardano il brand, comprese le interazioni dei clienti, i commenti e le recensioni. Ecco perché è importante individuare il social più adatto all’impresa.

 

Sito web e social network sono le facce d’una stessa medaglia, la medaglia al valore del brand.

Se il social adesca il cliente, il sito web lo deve “catturare”.

Il loro scopo è infatti aumentare la fama del marchio, la cosiddetta branding awareness, per rendere il tuo prodotto/servizio riconoscibile agli utenti. 

Se gli utenti associano un prodotto o un servizio al tuo brand, hai fatto bingo! 

Perchè quando ne avranno bisogno stai pur certo che busseranno alla tua porta. 

 

scopri qual è il social più adatto alla tua impresa, saper fare comunicazione - Mama Industry

 

Perché è fondamentale individuare il social più adatto alla tua impresa?

Ecco cosa comporta applicare una corretta ed efficace strategia di social marketing:

  • ti fa conoscere nel web;
  • ti permette di acquisire nuovi clienti;
  • crea un coinvolgimento emotivo, un rapporto di fiducia, che ti fa scegliere dal cliente e lo fidelizza;
  • invita gli utenti alla conversione, a compiere un’azione precisa. Molto spesso la call to action è cliccare sul link che porta direttamente al sito web aziendale, che ricordiamo è il punto di partenza di tutta la strategia digitale. 

 

Da “Eravamo 4 amici al bar” a “ti seguono 1000 followers ”.

I social sono delle piattaforme multimediali dove la gente si incontra. 

Immagina un bar virtuale dove si possono scambiare quattro chiacchiere, si può commentare la notizia del giorno, condividere un’informazione o emozione, ci si può confrontare. 

I social sono un dialogo sempre aperto, e la tua impresa deve entrare attivamente in questo dialogo.

Ma non basta entrare nel bar e ordinare un caffè, non basta aprire un profilo social, ti devi sedere al tavolo con gli altri clienti e dire la tua. 

Ma prima devi ascoltare, per poi intervenire coinvolgendoli nei tuoi discorsi. 

Mentre la pubblicità tradizionale è unilaterale, è un monologo che non dà il diritto di replica, la comunicazione social è un dialogo ed un confronto continuo tra te e i tuoi clienti.

Per fare questo, il tuo brand si deve umanizzare e devi seguire una corretta strategia social.

 

“Il marketing non è più questione di ciò che sai produrre ma della storia che sai raccontare”

 

Seth Godin

 

E i social sono il miglior mezzo per comunicare e raccontare la tua storia.

 

Qual è il social più adatto alla tua impresa?

Scopriamolo subito. La cosa più conveniente è scegliere il social network più adatto ad esprimere le potenzialità della tua azienda.

Alcuni elementi sono fondamentali per capire e orientarsi sulla scelta del social network più adatto alla tua impresa:

  • che tipo di prodotto/servizio offri;
  • qual è il tuo target di riferimento;
  • che tipo di contenuti hai e qual è il tuo tone of voice.

 

Ogni social ha le proprie caratteristiche e il proprio target di riferimento, e quindi non è necessario essere presente su tutti. Vediamo insieme le varie differenze.

 

Il social più adatto all’impresa. La doppietta di Mark Zuckerberg: Facebook e Instagram.

Facebook.

E’ nato nel 2005 per creare una comunità di “amici” virtuali tra i quali si stabilisce un contatto. 

E’ il social che meglio esprime il concetto di democraticità e di scambio, tutti possono partecipare, commentare e condividere. 

Puoi creare il tuo profilo privato, la pagina della tua impresa e creare anche un gruppo di potenziali utenti interessati ad un determinato argomento, costruendo così una vera e propria community. 

E’ un social informale per condividere la quotidianità; dove postare foto, immagini, video, informazioni e stories, mettendo in mostra il lato più umano del brand. 

E’ adatto a chi si sa “raccontare” bene e ha l’obiettivo di creare un rapporto emotivo e di reciprocità con gli utenti.

 

Instagram

E’ il social  delle immagini per eccellenza, meglio se in alta risoluzione e professionali. 

Qui è necessario avere una bacheca ben strutturata e con foto o vettoriali accattivanti, perché la piattaforma punta tutto su questo. 

Il senso che va a stimolare è la vista, hai successo se colpisci l’occhio dell’utente.

E’ un social visivo che puoi sfruttare a tuo vantaggio se il tuo messaggio è forte con le immagini, altrimenti ti perderai tra la concorrenza.

 

differenza tra i vari social per promuovere la tua impresa - Mama Industry

 

LinkedIn

Allegoricamente rappresenta la stretta di mano. 

E’ una piattaforma nata per sviluppare i contatti professionali. Una sorta di ufficio di collocamento del terzo millennio, che permette ai giovani di entrare nel mondo del lavoro, alle aziende di reclutarli, e ai professionisti di connettersi. 

Le aziende possono farsi conoscere e creare una rete di connessione per ampliare il proprio raggio di lavoro, il tutto in modo molto professionale e formale.

 

Twitter

E’ la voce autorevole dei social.

E’ una piattaforma di notizie, opinioni e microblogging.

E’ più adatto a dare voce agli esperti di un determinato settore, agli accademici, ai politici, giornalisti, ma anche ai guru dei più svariati argomenti.

A differenza di facebook, qui ci sono opinioni e quindi non si crea un dialogo. Chi “cinguetta”’ esprime la posizione presa o le proprie convinzioni, non è interessato all’opinione altrui e quindi allo scambio di idee.

 

Tik Tok

E’ uno dei social preferiti dai centennial, ossia la cosiddetta generazione Z, quella rappresentata dai giovani nati con uno smartphone in mano. 

I ragazzi sono tecnologici e abituati alla velocità, per questo sembrerebbe che la loro capacità di attenzione è di circa 8 secondi; da qui si capisce perché questo social cinese li ha conquistati con i suoi video brevissimi. 

Quindi adatto a chi ha un target molto giovane.

 

YouTube

Il social dei video per antonomasia, intrattiene e informa. 

Se scegli di comunicare in questo modo devi essere portato; sapere comunicare con i video non è una cosa che possono fare tutti, devi essere carismatico, comunicativo, empatico e chiaro nei concetti. 

Uno sguardo deve essere sempre rivolto al tuo potenziale pubblico, verso chi sono orientati i tuoi video?

Gli adulti cercano informazioni e tutorial tesi a migliorare le proprie conoscenze e la propria persona. 

Ai più giovani interessa l’intrattenimento, sono coinvolti dalle celebrità e seguoni i loro canali; se ti rivolgi a questo target è molto proficuo farsi pubblicizzare da influencer.

 

Clubhouse

E’ il nuovissimo social che punta sull’esclusività, è infatti prerogativa dei possossori di Iphone. 

Punta sull’udito, sulle voci.

Una piattaforma divisa in stanze dove puoi entrare ed ascoltare delle discussioni su determinati argomenti; puoi intervenire, solo ascoltare ed uscire quando vuoi. 

Ovviamente puoi creare tu stesso una stanza riguardo un argomento specifico della tua attività, così da creare un collegamento con possibili utenti interessati al settore.

 

Pinterest

E’ una piattaforma dove condividere immagini proprie o di altri, si possono creare le proprie bacheche divise per argomenti; serve spesso a catalogare idee o nuove tendenze “rubate” dal web. 

Hai capito qual è il social più adatto alla tua impresa?

 

“Ciò che la gente dice di te sarà la metrica più importante nel futuro”

(Shiv Singh)

 

Per questo non puoi sbagliare.

Una strategia di digital marketing vincente non può essere improvvisata. 

Tutto parte da un sito web ben strutturato e comunicativo; poi una gestione professionale dei social attraverso un piano editoriale ben studiato e la pubblicazione di contenuti di qualità; infine la gestione delle vendite e della clientela, con risposte tempestive anche alle critiche.

Se hai voglia di intraprendere questo percorso digitale e vuoi essere affiancato da professionisti del settore, Mama Industry ha le competenze per farlo.

Articoli Correlati

Vuoi innovare la tua azienda?

Investiamo molto tempo nel parlare
senza impegno con chi vuole conoscerci

Liquidità per emergenza Covid

Fondo Rotativo per il Piccolo Credito
Finanziamenti per la liquidità delle MPMI
Asse 3 Competività – Azione 3.6.1

Contattaci