Vetrina su strada Vs Vetrina virtuale. 0-1. Come aprire un e-commerce per vincere la crisi.

negoziante scalcia il covid. Come aprire un e-commerce - Mama Industry

Investire su uno Shop on line ai tempi del covid, è come avere in squadra il pallone d’oro.

Questo è il momento giusto per aprire un e-commerce visto il boom degli acquisti on line.

E’ un’ottima strategia per vincere una partita, rientrare in campionato, e non retrocedere.

Durante il primo lockdown e successivamente per tutto il 2020 il settore è cresciuto in maniera esponenziale. 

Secondo un’indagine realizzata da Netcomm, Il Consorzio del Commercio Elettronico Italiano, sono in un aumento le vendite on-line anche in settori che ne erano quasi esclusi, come quello dei generi alimentari. 

Il consumatore ha cambiato le sue abitudini di acquisto, e più che entrare in un negozio fisico la sua tendenza è quella di acquistare, comodamente e al sicuro, sul proprio divano di casa e con il proprio smartphone. 

Il commercio elettronico se da una parte è venuto incontro alle esigenze del consumatore, dall’altra ha avviato il tanto atteso processo di digitalizzazione, sul quale verterà il futuro della nostra economia e la maggior parte dei finanziamenti del Recovery Fund.

Stiamo assistendo ad una vera e propria età dell’oro per l’e-commerce, che in un momento di forte crisi economica, sembra essere la prima squadra in classifica con un distacco enorme sulle altre.

Sarebbe intelligente sfruttare le potenzialità del commercio digitale, e godere di questo momento particolarmente favorevole per le vendite on-line.

 

Pensare alla salvezza oggi per essere pronti un domani a vincere il campionato.

 

 

“Nel calcio attaccare è il miglior modo per difendere la propria porta”

 

Roberto Carlos

 

 

Come aprire un e-commerce per vincere il “campionato” nel 2021.

La tua attività prima del covid andava bene, e la pandemia ha bloccato la tua crescita e il tuo fatturato? 

Se un giocatore è infortunato l’allenatore lo sostituisce, se gli avversari lo spiazzano questo cambia tattica di gioco.  

Anche tu come l’allenatore ti devi adeguare agli eventi, un’ottima strategia per rimanere sul mercato ed affrontare la crisi è quella di iniziare a vendere on-line. 

Lo shop on line sarà integrato a quello fisico già esistente, oppure una nuova interessante attività nella quale investire.

L’e-commerce sarà un’àncora di salvezza in questo periodo di crisi, perchè potrai continuare a vendere anche con le serrande abbassate; inoltre, ti preparerà a quello che è destinato ad essere il commercio del futuro.  

 

“I rigori li sbaglia solo chi ha il coraggio di tirarli”

 

Roberto Baggio.

 

E allora cosa aspetti? Tira il rigore e fai gol. Apri il tuo e-commerce.

Ma come aprire un e-commerce?

 

ome aprire un e-commerce. Come far funzionare un e-commerce. - Mama Industry

Come aprire un e-commerce. Pensa alla tua tattica di gioco.

Come iniziare un e-commerce. 6 passaggi fondamentali.

  1. catalogo prodotti
  2. sito web
  3. spedizioni
  4. assistenza al cliente
  5. strategia marketing
  6. mantieni vivo l’ecommerce.

 

Catalogo – come aprire un e-commerce.

 

Seleziona i prodotti da vendere che devono essere presentati in modo appetibile. 

  • Le foto dovrebbero essere scattate da professionisti e in alta risoluzione
  • Le descrizioni coinvolgenti e dettagliate
  • Dovresti specificare il valore aggiunto, l’elemento differenziante che fa scegliere all’utente il tuo prodotto rispetto ad un altro.

 

Sito web – come aprire un e-commerce

 

Scegli la piattaforma:

  • Piattaforme in affitto.

Ne esistono varie e sono una sorta di centro commerciale on line, dove hai la tua vetrina, quindi puoi ottenere il tuo e-commerce pagando un noleggio periodico come l’esercente paga l’affitto nel centro commerciale. Le funzionalità offerte sono base, di solito è una soluzione economica per chi cerca il fai da te, ma poi insorgono problematiche gestionali e di certo è meno professionale.

  • Sito web con proprio dominio.

Investimento economico maggiore, ma indispensabile per un e-commerce professionale e fruttuoso.

Struttura del sito web.

Il sito deve essere strutturato bene, le basi sono fondamentali, e in questo è indispensabile un esperto SEO che lavori su una buona indicizzazione sui motori di ricerca, e che quindi aiuti a trovare facilmente il sito.

La struttura deve essere chiara e logica, e deve facilitare la navigazione, l’utente deve trovare subito quello che cerca, e quindi il numero di click per arrivare alla vendita deve essere limitato. 

L’esperienza di acquisto deve essere semplice, portare il cliente dal carrello al pagamento in meno click possibili, per facilitare l’acquisto e portarlo a termine con successo. (Leggi anche: Il sito web per le PMI è inutile se non comunica. 6 step per farlo bene.)

Metodo di pagamento.

Varie opzioni di pagamento e sicurezza nelle transazioni.

Se il metodo più scelto è quello tramite carta di credito e Paypal, bisognerebbe optare anche per il bonifico e per il contrassegno con pagamento alla consegna.

Parte giuridica. 

Condizioni generali del contratto e del consumatore, specificare politica di resi, consegne ed altro.

 

come aprire un e-commerce. Acquisti on line e spedizioni- Mama Industry

Spedizioni – come aprire un e-commerce

Importante scegliere il giusto partner per le spedizioni.

Ce ne sono tantissimi, cerca di farti fare più preventivi possibili per poter valutare bene la compagnia più adatta a te. 

Cerca il giusto compromesso tra costo e qualità del servizio, soprattutto in termine di velocità della consegna. 

 

Strategia digital marketing

Avere un bellissimo ed efficientissimo e-commerce ma non sponsorizzarlo è come avere un campione in squadra e lasciarlo in panchina.

E’ fondamentale comunicare con il proprio pubblico studiando una strategia marketing integrata che sia in grado di farti conoscere sul mercato e comunque valorizzare il tuo brand. 

 

Assistenza al cliente. Come funziona l’e-commerce

L’assistenza al cliente e il dialogo costante con quest’ultimo sono fondamentali, di solito si fa tramite chat interne al sistema così potrai rispondere tempestivamente.

Devi essere presente ed assistere il cliente nei tre step principali della vendita on line, che sono:

  1. Prevendita
  2. Vendita
  3. Post vendita

Rispondere velocemente a tutte le domande e informazioni relative al prodotto e a tutte le possibili problematiche in fase di acquisto. Non trascurare le informazioni relative allo stato dell’ordine, all’avvenuto pagamento e alla tracciabilità del pacco. Richiedere un feedback dopo la consegna.

 

Mantieni vivo l’e-commerce. “L’allenamento” è necessario.

Una volta creata una buona squadra continua ad allenarla. 

Una volta capito come aprire un e-commerce e averlo realizzato, lo devi mantenere in vita.

 

Crea la lead generation, una lista di possibili clienti interessati ai tuoi prodotti: 

  • Clienti convertiti che possono essere ricontattati e quindi fidelizzati per un nuovo acquisto. 
  • Oppure chi è entrato nel sito e si è semplicemente registrato. 

Comunica costantemente con i clienti attraverso mail periodiche, con informazioni, suggerimenti, promozioni, codici sconto o altro.

 

Così come un talento del calcio ha bisogno di un bravo allenatore per affinarne la tecnica, anche tu per fare un buon e-commerce hai bisogno di persone esperte, se vuoi intraprendere questa nuova attività noi di Mama saremo lieti di far parte della tua squadra!

Articoli Correlati

Vuoi innovare la tua azienda?

Investiamo molto tempo nel parlare
senza impegno con chi vuole conoscerci

Liquidità per emergenza Covid

Fondo Rotativo per il Piccolo Credito
Finanziamenti per la liquidità delle MPMI
Asse 3 Competività – Azione 3.6.1

Contattaci