Mettere a frutto un’idea è solo questione di tecnologia?

Condividi

Oggi viviamo in un mondo dove non c’è business, in qualsiasi tipo di settore, che non sfrutti la tecnologia per i propri interessi. In particolar modo, Internet ha dato l’opportunità a tutti di avere una “vetrina sempre aperta”, un enorme potenziale di visibilità e, sempre più spesso, la vera e propria occasione di inventarsi nuovi business, molti dei quali tutti i giorni passano tra i nostri click sul browser o tra le nostre dita sullo smartphone.

Il vantaggio più grande della rete, rispetto ai business tradizionali, è quello di abbattere le barriere geografiche: si può partire da un’idea innovativa, trasformarla in business e poi sfruttare il canale Internet e tutto ciò ad esso connesso (pc, tablet, smartphone, smart device…ecc.) per avere potenziali clienti in tutto il mondo.

Dietro a questo vantaggio c’è anche il più grande svantaggio… ovvero la competizione, che non è più localizzata, non è più settoriale, è subito mondiale.

Con questa premessa la domanda è: quanto vale solo l’idea?
La risposta che mi sono dato, e non solo io naturalmente, è… ZERO.
L’idea da sola non vale assolutamente niente in un contesto come quello globale in cui c’è sicuramente qualcun altro che ha pensato, sta sviluppando o ha sviluppato la “mia idea”.

Mi viene molto da ridere quando sento dire “Ho un’idea ma non te la dico!” o, come spesso mi capita ancora oggi, “Ho avuto la tua idea prima di te!” dove la mia risposta standard è: “E perché non l’hai realizzata?”

Quindi cosa fa la differenza?

Quelli bravi la chiamano l’execution, ovvero la capacità di mettere in pratica nel più breve tempo possibile “l’idea” e farla crescere rapidamente.

Ed è qui che arriviamo al punto, perché dietro tutte le execution non c’è l’idea ma ci sono le persone, dalle quali non si può mai prescindere, neanche nel nuvoloso mondo di Internet il quale sì, è il “luogo” dove si fa business, ma è dove dietro ci sono comunque vere strette di mano.

Quando si parla di persone si parla di umanità a 360°; sicuramente servono le competenze, che si possono avere o apprendere, ma servono anche altri valori fondamentali offline come la capacità di condividere e trovare persone che completino le competenze adatte a lanciare un business, come il coraggio di buttare anima e cuore
24 ore al giorno per 7 giorni su 7, o come la determinazione di superare le sicure difficoltà che si incontreranno nel percorso.

A volte sono doti innate, a volte dobbiamo fare uno sforzo e abbandonare la nostra confort zone… requisito assolutamente fondamentale dal mio punto di vista per qualsiasi persona con ambizione.

Fa sicuramente notizia ed è bello ascoltare o leggere di quanto sia facile fare una APP o lanciare un sito, in verità non è da tutti e bisogna mettere in cantiere fatica, sudore, volontà, sapendo comunque che potrebbero non bastare a portarci al successo.

Ci possiamo girare intorno quanto vogliamo ma alla fine, offline o online, business classico localizzato o APP, dietro ci siamo sempre noi.

Noi come persone e noi come professionisti.

Scritto da Roberto Macina

Condividi

Hai un'idea, un problema, un progetto?

Raccontaceli

Accetto trattamento dei dati personali
(Privacy policy aai sensi degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 e art.13 del D.Lgs. n° 196/2003 Codice in materia di protezione dei dati personali)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.