Un Italiano un Tedesco e un Coreano. L’impresa perfetta!

impresa produttiva, come ottenere un'azienda pmi e micro impresa più produttiva - Mama Industry

Idee + metodo + impegno: impresa produttiva

L’italiano ha le idee, il tedesco ha il metodo e il coreano ci mette l‘impegno. Ogni popolo ha le proprie caratteristiche culturali. Insieme, le idee, il metodo e l’impegno rendono l’impresa produttiva. 

Questa sarebbe l’azienda ideale, vediamo invece cosa succede nella realtà italiana.

Partiamo da una considerazione, le imprese italiane sono poco produttive e stanno trascinando il paese verso il basso.

 

Ma cos’è la produttività oggi? 

 

La produttività è la capacità di un’azienda di produrre di più, combinando vari fattori quali idee, innovazioni tecnologiche, dei processi e dell’organizzazione.

 

Noi Italiani ci siamo fermati alle idee, ci manca tutto il resto.

Il nostro è un grande potenziale inespresso, o meglio, improduttivo.

Continuare con vecchi modelli non porta a nulla, per stare al passo col mercato c’è bisogno di un aggiornamento costante, ed ormai essendo rimasti indietro c’è bisogno di un vero e proprio cambiamento. 

 

Le idee. Italiani popolo di inventori  (ma non di impresa produttiva)

L’invenzione è italiana per eccellenza e lo abbiamo dimostrato nel corso della storia.

Siamo sempre stati dei grandi inventori, ma mentre nel ‘900 abbiamo fatto la nostra fortuna col made in Italy perché al centro del mercato c’era il prodotto, ora che le priorità del mercato sono cambiate, le idee non bastano più per essere innovativi.

Perché il concetto di innovazione è cambiato. 

L’innovazione non è solo legata al prodotto, e qui le idee non ci mancano, ma è legata anche ai processi, dove invece abbiamo delle forti carenze. 

Le idee sono un’ottima partenza, ma dobbiamo riuscire a farle fruttare, o ci sarà sempre chi ce le ruberà e le saprà “mettere a terra” meglio di noi. Quindi dall’ideazione si deve necessariamente passare all’operatività. 

Consapevoli dei nostri limiti, dobbiamo guardarci intorno e prendere ispirazione dai paesi europei dove l’impresa è più produttiva.

Tra le idee italiane e il metodo tedesco vince il metodo; e quindi è ora di cambiare mentalità ed acquisire questo metodo per rendere ogni impresa produttiva.

Per il successo di un’impresa, l’innovazione di prodotti deve andare di pari passo con l’innovazione di processo.

Il nostro talento nell’avere idee originali e innovative, una naturale predisposizione che fa parte della nostra cultura, può raggiungere l’eccellenza grazie al metodo e all’impegno e quindi al raggiungimento di una maggiore produttività.

 

Una cosa è avere talento. È un’altra cosa scoprire come usarlo. (Roger Miller)

 

Il Metodo. I tedeschi e la Execution.

Il modello di successo tedesco si basa sul metodo, su un’organizzazione efficiente e soprattutto sul costante monitoraggio del suo buon funzionamento.

La parola chiave è Execution

Qualunque strategia aziendale se non è seguita da una buona execution non ha ragione di esistere.

 

Ma che cos’è l’Execution? 

E’ l’arte di portare a buon fine le operazioni aziendali. In poche parole eseguire la strategia.

E l’execution è di pertinenza di chi guida l’azienda.

Se un imprenditore ha tante idee e progetti ma poi non riesce a concretizzarli, e quindi a portarli a termine, non sta facendo bene il suo lavoro e non sta rendendo l’impresa produttiva. 

Il suo compito più importante consiste nella realizzazione esecutiva dei progetti. Un po’ come il primo ministro di un governo. 

Affinché la sua impresa sia produttiva ogni membro del suo team deve portare a compimento il proprio obiettivo, e l’imprenditore deve verificare che ciò avvenga.

 

Come si esegue la strategia?

Attraverso 4 punti fondamentali:

  1. Definire gli obiettivi.
    Stabilire le priorità, poche ma strategiche.
  2. Organizzare l’azienda.
    Creare un team con le persone giuste.
  3. Delegare.
    Assegnare compiti specifici per raggiungere gli obiettivi, tenendo conto delle diverse attitudini personali e quindi adeguati alle persone. Individuare i vari talenti, e aiutarli a migliorare.
  4. Monitorare costantemente l’operato.
    Intervenendo tempestivamente sui mancati risultati o risultati poco soddisfacenti, e se necessario cambiare strategia in corso d’opera.

Lo schema tedesco è caratterizzato da un ingranaggio perfetto che rende l’impresa produttiva; un collegamento continuo tra azioni e strategia, eseguire il programma prefissato.

Un esempio è quello di fare delle riunioni efficaci alla fine delle quali si pongono degli obiettivi concreti, e poi verificare periodicamente che le persone facciano ciò che gli è stato assegnato.

Sembra ovvio, ma molte imprese non lo fanno.

Un’impresa deve avere dunque idee e metodo, ma anche la forza lavoro è un elemento importante.

 

impresa produttiva, aumentare la produttività aziendale non le ore lavorate - Mama Industry

 

Il coreano. L’impegno.

I coreani sono instancabili lavoratori. La loro cultura è basata sul lavoro e sull’impegno. Questa “cultura del lavoro” ha molte origini ma sicuramente le principali derivano da un sistema educativo rigido e dal confucianesimo.

L’esempio dei coreani è un estremismo, ed è legato al concetto di impegno. Per raggiungere risultati ci vuole tanto impegno, ma è ovvio che come in tutte le cose non bisogna esagerare.

Nel caso della Corea del Sud, Il governo è dovuto intervenire con provvedimenti legislativi per indicare le ore massime di lavoro settimanale, e fissarle a 52, perchè si sforava di molto questo limite considerato dannoso per la salute.

 

Proprio questa cultura che porta alla convinzione che non ci si debba assentare da lavoro per nessuna ragione, è stata una delle cause della rapida diffusione del coronavirus.

 

Quindi sì al concetto di impegno dei coreani, ma senza esagerare anche perché lavorare di più non significa lavorare meglio ed essere più produttivi. 

 

Paesi Scandinavi. La produttività individuale

Aggiungiamo un’altra nazionalità per concludere e chiudere il cerchio sull’impresa produttiva, quella dei paesi scandinavi e il concetto di produttività individuale.

 

Che cos’è la produttività individuale?

Per essere produttivi bisogna lavorare sulle cose giuste, lavorare su obiettivi utili e strategici; ovviamente nel minor tempo possibile; quindi la produttività individuale è legata al metodo.

 

L’OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) sottolinea come la produttività è lavorare in modo più intelligente piuttosto che lavorare di più. 

 

La produttività individuale del lavoratore non è direttamente legata al numero di ore lavorative, come hanno dimostrato i paesi scandinavi.

Danimarca e Norvegia sono i paesi che in media lavorano meno ore all’anno. I paesi dell’Europa del nord hanno diminuito le ore di lavoro settimanale e incentivato il part-time, ma questo non ha intaccato o pregiudicato la loro produttività, anzi.

Sembra che lavoratori più sereni che riescano a conciliare meglio vita lavorativa e privata, producano di più rispetto ai colleghi insoddisfatti.

Ovviamente questo modello nordico, non è basato solo su una diminuzione dell’orario di lavoro.

Questi paesi, infatti, investono molto sulla formazione, sulla ricerca, sulla tecnologia e digitalizzazione, il tutto rafforzato da specifiche politiche sociali. 

In parte lo smart working (leggi qui un’ approfondimento sullo smart working e sui motivi per i quali dovresti pensare di adottarlo nella tua impresa) che stiamo adottando soprattutto nell’ultimo anno, ci sta facendo entrare in questa ottica, ma poi ci deve essere tutto il resto.

Sebbene non possiamo far dirigere la nostra azienda dai tedeschi, farci lavorare coreani ed essere supportati da stati scandinavi, possiamo cercare da soli di migliorare, cambiando mentalità e ispirandoci ai modelli vincenti. 

La sfida futura delle piccole imprese italiane, che rappresentano la maggioranza delle imprese nel nostro paese, non è una sfida impossibile. 

Dobbiamo cercare di creare l’ingranaggio perfetto tra idee, metodo e forza lavoro, apportando innovazione di prodotti e processi per far diventare l’impresa produttiva.

 

Se hai bisogno di idee fresche e di un supporto strategico e operativo per rendere la tua impresa produttiva, contattaci per una chiacchierata, senza impegno.

Articoli Correlati

Vuoi innovare la tua azienda?

Investiamo molto tempo nel parlare
senza impegno con chi vuole conoscerci

Liquidità per emergenza Covid

Fondo Rotativo per il Piccolo Credito
Finanziamenti per la liquidità delle MPMI
Asse 3 Competività – Azione 3.6.1

Contattaci